Notizie: Nuovo o ristrutturato? Come decidere cosa acquistare

Nuovo o ristrutturato? Come decidere cosa acquistare

Quando si decide di acquistare una casa, il dubbio che sorge spesso è se, a parità di budget, convenga comprare un immobile di nuova costruzione, o optare per una casa più datata e investire poi dei soldi per ristrutturarla.

Quali sono i pro e i contro delle due scelte?

Casa nuova: i pro 

Strutture condominiali e spazi comuni
Una casa di nuova costruzione avrà meno problemi strutturali dovuti al passare del tempo rispetto a un immobile di dieci o vent’anni che sarà stato esposto alle intemperie, quindi probabilmente non ci si dovrà preoccupare di rifare facciate, infissi e impianti tanto presto, specialmente in caso di condomini e residence.

Acquisto su carta
In caso di acquisto “su carta”, ovvero quando il cantiere non è neanche iniziato o iniziato da pochissimo, c’è una buona percentuale di personalizzazione in corso d’opera.
Il costruttore propone un capitolato dei materiali e delle finiture per permettere di scegliere pavimenti, porte, muri non portanti, posizione delle prese elettriche e anche eventuali aggiunte “fuori capitolato”, come ad esempio l’impianto di riscaldamento a pavimento piuttosto che a radiatori.

Materiali e tecnologia più avanzati
E' chiaro che, più si va avanti, più evolve anche il mondo dell’edilizia.
Comprando un immobile nuovo saremo sicuri che i materiali utilizzati siano i più recenti sul mercato, e che gli impianti siano più moderni, permettendoci di adeguarli eventualmente alle nostre esigenze sulla domotica.
Alcuni esempi? La climatizzazione a distanza e l’impianto luci governabile da remoto.

Spazi ridimensionati in base alle nuove necessità
La tendenza, nei progetti delle nuove costruzioni, è quella di eliminare gli spazi che col tempo sono risultati poco richiesti, in primis l’ingresso.
Ora spesso, la porta d'ingresso dà direttamente sul salone, e le camere da letto risultano molto più piccole rispetto alle costruzioni di vent’anni fa.
Questo perché si dà la priorità agli spazi in condivisione: la cucina ad esempio, che viene integrata al salotto in un open space in cui mangiare e rilassarsi insieme al resto della famiglia.

Garanzie
Da non sottovalutare il fattore sicurezza.
Chi acquista una casa nuova è tutelato dal codice civile per dieci anni dall’acquisto per quanto riguarda difetti strutturali o errori nella costruzione non visibili al momento del rogito.

Casa nuova: i contro

I costi
 Più l’immobile è nuovo, più il prezzo al metro quadro sale.
Inoltre, al prezzo dell’immobile si dovrà aggiungere il pagamento dell’IVA al 4%, cifra che andrà ad incidere considerevolmente sul prezzo finale.

Gli spazi
Non a tutti piacciono le nuove disposizioni.
L’ingresso o il disimpegno ad esempio, sono spazi amati da molti, così come le camere da letto più ampie o le cucine separate dalle sale da pranzo.
Spesso le imprese edili cercano di ricavare più appartamenti dalla stessa metratura, spremendo gli spazi non essenziali (come appunto le camere), costruendo così case sicuramente più funzionali, ma che non sempre rispecchiano le necessità familiari.

Vediamo ora i vantaggi dell’acquisto di una casa da ristrutturare.

 Ristrutturazione: i pro

Costi
 Il valore al metro quadro sarà sicuramente inferiore rispetto a una casa nuova, permettendo l’acquisto di un immobile più spazioso a parità di costo.
Inoltre, le imposte saranno più basse in quanto non soggette a IVA.

Personalizzazione
Potenzialmente, la ristrutturazione permette di creare una casa perfettamente in linea con le esigenze di chi la acquista.
Rispetto all’immobile comprato “su carta”, le modifiche strutturali potranno essere più radicali e personalizzate nel dettaglio, senza la paura di dover rifare i lavori a cantiere chiuso, quindi ri-sottoponendo la casa (e chi ci abita) ad ulteriore stress.

Investimento
Ristrutturare una casa ne fa crescere il valore, in certi casi fino al 30%.  
Investire su domotica e nuove tecnologie, così come sulla struttura (ad esempio rivestendo l'immobile con un cappotto isolante), permetterà un domani di rivenderlo ad un prezzo molto più alto rispetto a quello di acquisto.

Agevolazioni fiscali
 L’Italia è fra le principali utilizzatrici di energia rinnovabile.
Nel 2018 ci siamo posizionati al 3° posto in Europa per contributo ai consumi di energia da fonti rinnovabili.
Chi ristruttura incentiva la sostenibilità edilizia attraverso il riutilizzo delle abitazioni, diminuendo il consumo delle risorse non rinnovabili.
Grazie a questo gode di sgravi fiscali per il 50% delle spese, bonus per l’arredamento, ecobonus e altri vantaggi economici.

In conclusione, possiamo dire che entrambe le scelte presentino lati positivi e negativi: l'acquisto di un immobile, che sia di nuova costruzione o da ristrutturare è soggettivo, soprattutto per quanto riguarda l’investimento di tempo ed energie sulla realizzazione della propria casa ideale.

La cosa certa è che l’acquisto di una casa richiede un’attenta valutazione dei pro e dei contro: per questo vale sempre la pena di rivolgersi ad un’agenzia di professionisti che possano aiutare nella scelta.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle novità del mondo immobiliare?

Iscriviti alla nostra newsletter, riceverai tanti consigli utili per acquistare o vendere casa da professionista.

Iscriviti alla newsletter di Eurocasa Srl Unipersonale

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo anche tu, e non dimenticare di seguirci sui social!